martedì 29 ottobre 2013

La Depressione Si Cura Con Un Impasto Di Pane

In Gran Bretagna la depressione si tratta anche grazie all'aiuto del pane

immagine di persona che impasta il pane




Nel Regno Unito la depressione e altri disturbi mentali si combattono anche grazie ad una terapia originale: fare ed impastare il pane. Sembra, infatti, che quest'attività abbia un notevole impatto sul benessere psicologico delle persone e per questo viene sempre più spesso proposta e praticata nei gruppi come modalità terapeutica. Ne ha dato una concreta dimostrazione John Whaite, vincitore del Great British Bake Off 2012, una sfida amatoriale tra fornai; Whaite, che ha sofferto di depressione, ha dichiarato di aver trovato nel fare il pane un vero e proprio antidepressivo. Si moltiplicano pertanto in Gran Bretagna le associazioni ed i forni che propongono corsi di panificazione pensati per gli adulti afflitti dal 'male oscuro'. Come altre forme di terapie occupazionali, anche l'attività 'creatrice' del pane può consentire, accanto magari ad un sostegno psicoterapeutico e ad un eventuale trattamento farmacologico, di risollevare l'umore e riprendere in mano la propria vita.


Con Molta Umiltà visto l'argomento trattato, vi presentiamo un libro che ci è sembrato originale e scritto molto bene circa la Depressione.


In Prevenire e Curare la Depressione con il Cibo gli autori spiegano in modo semplice alcune realtà scientifiche come, per esempio, quali alimenti possono determinare modifiche della biochimica cerebrale e influire sull'umore; perché l'insulina è uno degli ormoni peggio trattati dall'alimentazione contemporanea (l'aumento del diabete lo testimonia) e perché tenendola in equilibrio con l'alimentazione quotidiana si possono controllare sintomi ansiosi e depressivi.
Inoltre guidano il lettore alla ripresa del movimento fisico, portandolo a capirne gli effetti anche solo iniziando a camminare, La gioia di vivere che deriva da una combinazione naturale di movimento, alimentazione e conoscenza trova nel libro la sua espressione pratica in una parte ricca di preziosi suggerimenti che possono fornire strumenti pratici per interferire personalmente con il proprio disagio psichico.
Cambiare l'orario dei pasti può cambiare il nostro stato d'animo, il nostro umore e dare nuovo sprint alla nostra esistenza?

La tesi degli autori trae lo spunto dalla loro diretta esperienza clinica, dalla casistica nata con il successo del libro DietaGIFT, la dieta che non conta le calorie, e dagli studi più recenti in tema di alimentazione mondo scientifico sta verificando che la maggior parte dei processi mentali - pensieri, emozioni, depressione, rabbia - ha alla base una particolare caratteristica biochimica e che su ognuna di queste caratteristiche può interferire ciò che mangiamo ogni giorno.

Queste sono le recensioni che abbiamo trovato:


ottimo! è davvero illuminante, spiega in modo esauriente perché un certo tipo di alimenti influisce sul nostro umore. può essere davvero utile, lo consiglio.


Argomento trattato in maniera estesa.Spiegazioni esaurienti!


Ottimo libro con utili consigli di alimentazione. Per un mangiare più sano ed equilibrato, fa capire l'importanza del cibo e su come influisce sul nostro stato d'animo. Mi ha aperto gli occhi sugli inganni dei cibi pieni di zuccheri che dal punto di vista nutritivo non apportano niente, fanno stare bene al momento ma già dopo poche decine di minuti innescano uno stato depressivo e di ansia e per stare bene ci sentiamo costretti ad assumerne altri, proprio come una droga! 

Non avrei mai potuto neanche sospettare che,attraverso la lettura di un libro il cui argomento è il Cibo,io sarei riuscito a risalire alla comprensione della mia proverbiale stanchezza. Durante una seduta presso il mio Osteopata,al quale di solito "confesso" il mio stato di salute gestito dalla Depressione,ho avuto il titolo del Libro e dopo chissà quale incertezza l'ho comprato. L'ho letto in prima battuta in due giorni e poi ho sottolineato con cura ogni dettaglio utile. Questo non è un Libro; è un'Opera che,a mio avviso,dovrebbe essere introdotto -per sempre- nelle scuole come LIBRO (comunque-a prescindere) di base per gli alunni dalle elementari in su. Sapere l'esistenza di questo Libro mi fa capire quanto la nostra conoscenza e la nostra informazione sia implosa e refrattaria a nuove informazioni tremendamente importanti ed illuminanti per il fine della nostra salute. Entrare in possesso di questo Libro significa di sicuro uscire con delle risposte ad interrogativi cui nessuno mai,fin qui,sarebbe riuscito a rispondere soltanto con bagliori di suggerimenti/ipotesi. Non avrei mai pensato che il mio modo di mangiare,altresì credendo pure di essere in buona fede,avesse potuto "drogarmi" di zucchero al punto di non poterne più fare a meno. Questo Libro è ILLUMINANTE od almeno lo è stato per me;spero lo diventi per tanti altri.Grazie! Andrea Schinardi (Capoterra-CAGLIARI).

  • EditoreRizzoli
  • Data pubblicazione: Giugno 2006
  • Formato: Libro - Pag 191 - 14x21,5
  • Ultima ristampa: Aprile 2011
Il Materiale è Stato Raccolto Da http://www.macrolibrarsi.it





0 commenti :

Posta un commento