giovedì 21 novembre 2013

Libro Sulla Semeiotica Del Dolore

Libro Sulla Semeiotica Del Dolore
La Semeiotica del dolore: i presupposti teorici e la pratica clinica è un libro giunto alla 2ª Edizione diretto agli algologi che desiderano affinare le capacità diagnostiche, ai terapisti del dolore che, aggiungendo alle capacità terapeutiche quelle diagnostiche, intendono diventare algologi, La Semeiotica del dolore: i presupposti teorici e la pratica clinica è un libro giunto alla 2ª Edizione diretto agli algologi che desiderano affinare le capacità diagnostiche, ai terapisti del dolore



Per gli algologi e gli aspiranti tali questo è un libro da leggere dalla prima pagina all’ultima, per gli altri è da consultare durante la pratica clinica della valutazione algologica.
In ogni caso, per ottimizzare l’impiego di questo libro, occorre averne compresa la struttura: il libro è diviso in quattro parti.
Nella Prima Parte, dedicata alla fisiopatologia del dolore, sono sintetizzati i possibili meccanismi patogenetici, esponendo di volta in volta quel che si conosce o s’ipotizza e partendo da una classificazione patogenetica orientata principalmente verso finalità cliniche.
Nella Seconda Parte sono descritte le tecniche semeiologiche algologiche. Si tenga presente che, più che riconoscere le sindromi cliniche, quel che ci interessa è comprendere i meccanismi patogenetici del dolore che è in esse presente. In teoria, potremmo addirittura individuare una sindrome dolorosa senza conoscerla, perché, come disse l’anatomopatologo genovese A. Giampalmo, “… le malattie non sanno d’avere un nome…”. Si tenga presente che anche se molte manovre semeiologiche sembrano essere state “prese a prestito” da varie specialità, in realtà si è partiti da un principio leggermente diverso. Le singole tecniche dell’indagine algologica non derivano dalla specialità che più spesso le applica ma dal sapere medico in generale dal quale si è attinto per “sintetizzare” il contenuto dottrinale di una disciplina che non intendere essere figlia dell’anestesiologia, della neurologia, dell’ortopedia o di altre ma un’evoluzione della medicina nel senso più esteso. È probabile che gli specialisti delle discipline che più impiegano alcune di quelle manovre, le conoscano meglio dell’algologo e probabilmente ne conoscano varianti da questi trascurate: quegli specialisti, però, conoscono solo le metodiche attinenti la propria specialità mentre l’algologo conosce tecniche diagnostiche ignote a questo o quello specialista, preso singolarmente. Si fa notare, infine, che la tecnica per raccogliere i dati clinici è una procedura standard che può essere eseguita anche da un medico che non ha ancora una grande esperienza algologica, purché ben addestrato alla procedura.
Nella Terza Parte ci s’è occupati dell’epicrisi algologica, vale a dire dell’interpretazione dei dati che sono stati raccolti con la visita. Completata la raccolta dei dati, si dispone delle informazioni che, valutate da un algologo esperto, consentono la “diagnosi algologica” che comprende: 1) la diagnosi patogenetica di 1° livello, vale a dire l’identificazione del tipo patogenetico del dolore in base alla sede e al tipo della lesione algogena che porta alle definizioni di dolore tessutale, neuropatico da ipereccitabilità dei nocicettori, da demielinizzazione, da neuropatia assonale, da danno delle piccole fibre, da deafferentazione e centrale; 2) la diagnosi nosologica o sindromica che è utile soprattutto ai fini della comunicazione della diagnosi; 3) l’accertamento dell’eventuale cronicità del dolore; 4) la diagnosi patogenetica di 2° livello, cioè l’identificazione dei meccanismi patogenetici molecolari elementari, premessa alla decisione terapeutica.
Nella Quarta Parte ho inserito lo “Schema della visita algologica” che è una guida per rendere il libro un vero e proprio strumento di lavoro.

Autore: G.Orlandini

Editore: Antonio Delfino Editore
ISBN: 9788872874929
Anno di Pubblicazione: 2013 - Novembre
Formato: 17 x 24
Pagine: 512
Illustrazione: Bianco e Nero - Colori

Prezzo Consigliato: 41,60€


0 commenti :

Posta un commento