mercoledì 29 gennaio 2014

eBook Più Sesso Con Le Piante

Più Sesso Con Le Piante
Ricettario di un libertino del 1275 (da un codice medioevale tedesco)
ebook più sesso con le piante
Nel 1986 fu ritrovato in un’antica abbazia semidiroccata nei pressi di Bingen (leggi Binghen), nella Renania tedesca vicino a Colonia, un “diario” di un nobile e ricco libertino.


Il manoscritto duecentesco sarebbe stato scoperto (tra vecchie scartoffie) nel corso di un’ispezione effettuata nella cella di un frate da poco deceduto, sospettato, in vita, di tenere, verso le parrocchiane, comportamenti non proprio consoni alla sua tonaca. Messo alle strette, egli avrebbe, poi, confessato di averlo ritrovato casualmente nel fondo di una cassapanca abbandonata nella cripta: ma dopo averne letto il contenuto, decise di non parlarne ai Superiori, e di servirsene per meglio sedurre le pie ragazzotte del paese che frequentavano la sacrestia.
Secondo il racconto del modesto antiquario, lo scabroso caso sarebbe stato allora portato dinnanzi alle Autorità ecclesiastiche, le quali – più che preoccuparsi dell’intraprendente fraticello (forse se la cavò con una sommaria lavata di capo) – si sarebbero rese immediatamente conto di avere tra le mani un documento di eccezionale valore, risalente all’Alto Medioevo, e quindi, per gli storici, preziosa fonte di notizie sulle conoscenze farmacologiche del XIII secolo riguardanti il sesso, considerato il gran numero di ingredienti e piante medicinali erotizzanti (ma anche anafrodisiache) citate in quel “diario” (magari un po’ fantasioso), finito, chissà come, in una cassapanca.
Gli eventuali fondamenti farmacodinamici dei vari ingredienti, qui descritti, nell’immaginario “diario” sulle piccanti avventure amorose da Hyeronimus da Bingen (che mai superano tuttavia i limiti del buongusto) vengono indicati in forma di “note” (*). appositamente redatte da un esperto.



1 commenti :